Portale Trasparenza Cittā di Rapallo - Dichiarazione di Nascita

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Dichiarazione di Nascita

Responsabile di procedimento: Defilippi Antonella
Responsabile di provvedimento: Monzù Ettore (ad interim Rip.4)
Responsabile sostitutivo: Ettore Monzu

Uffici responsabili

Stato Civile

Descrizione

Denuncia di nascita

 (non sono piu’ necessari i testimoni)
 

Chi può rendere la dichiarazione : Genitori -  ( casi speciali: un loro procuratore speciale - medico/ostetrica – persona che ha assistito al parto


    GENITORI

            per i genitori uniti in matrimonio:-  uno dei due genitori
 

             per i genitori non uniti in matrimonio:
                   il padre e la madre congiuntamente, se intendono riconoscere entrambi il figlio;
                   il padre se la madre non intende riconoscere il figlio (non intende essere nominata)
                   la madre sei il padre non intende riconoscere il figlio 
Si evidenzia che il figlio naturale può essere riconosciuto dai propri genitori, anche se già uniti in matrimonio con altra persona all'epoca del concepimento.

TERMINI ENTRO CUI DEVE ESSERE RESA LA DICHIARAZIONE DI NASCITA

La dichiarazione di nascita deve essere fatta:
entro tre giorni dalla nascita : presso la direzione sanitaria dell'ospedale o della casa di cura in cui è avvenuta la nascita.
o entro dieci giorni dalla nascita: allo Stato Civile del comune dove e’ avvenuta
o entro dieci giorni dalla nascita : allo Stato Civile del Comune di residenza dei genitori.
In caso di genitori residenti in comuni diversi, il neonato viene iscritto d'ufficio nell'Anagrafe del Comune di residenza della madre e il neonato viene aggiunto sul suo Stato di famiglia.
N.B. Se la dichiarazione è fatta dopo più di dieci giorni dalla nascita, l'Ufficiale dello Stato Civile può riceverla solo se vengono espressamente indicate le ragioni del ritardo; del ritardo viene in ogni caso data segnalazione al Procuratore della Repubblica.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE
attestazione di nascita rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito il parto ovvero constatazione di avvenuto parto
documento valido di identità personale (preferibilmente la carta d'identità) del dichiarante.
Per i genitori stranieri, non titolari di carta d'identità, occorre esibire il passaporto e/o permesso di soggiorno; N.B. se non conoscono la lingua italiana devono essere accompagnati da un traduttore.

ATTRIBUZIONE DEL NOME AL NEONATO
Può essere attribuito un solo nome, che deve corrispondere al sesso del bambino.
Il nome può essere composto da più elementi onomastici, fino ad un massimo di tre; in questo caso, il nome composto verrà riportato per intero nelle certificazioni di stato civile, di anagrafe e nei documenti del bambino.

ATTRIBUZIONE DEL COGNOME AL NEONATO

- figlio nato da genitori uniti in matrimonio assume il solo cognome paterno.
- figlio naturale riconosciuto solo dal padre o da entrambi i genitori cognome paterno
- figlio naturale riconosciuto solo dalla madre cognome materno
Figlio di genitori stranieri , il cognome dello stesso sarà determinato sulla base della rispettiva legge nazionale.

Art.29 (Atto di nascita)DPR 396 2000 
vedi richiesta permesso sosta per donne  in gravidanza e neomamme


 

Chi contattare

Personale da contattare: Meta Santina
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Costi per l'utenza

NESSUNO

Riferimenti normativi

art.29 e seguenti D.P.R. n. 396 del 3.11.2000 

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: NON PREVISTO
Contenuto inserito il 09-01-2014 aggiornato al 30-09-2016
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza delle Nazioni, 4 - 16035 Rapallo (GE)
PEC protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
Centralino 0185 680 1
P. IVA 00 209 910 991
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza č sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it