Tipologie di procedimento

Segnalazione certificata di Inizio Attività

Responsabile di procedimento: Romeo Laura
Responsabile di provvedimento: Orgiu Rodolfo

Uffici responsabili

S.U.E. - Edilizia Privata

Descrizione

Segnalazione certificata inizio attività
La Segnalazione certificata inizio attività si presenta per realizzare gli interventi elencati all’art. 21 bis della L.R. 16/08 e s. m. e i. e cioè, a titolo esemplificativo per interventi di:
- Ristrutturazione edilizia nel rispetto delle caratteristiche formali dell’edificio, ad eccezione della modifica della disposizione delle bucature, senza mutamenti della destinazione d’uso ma anche con possibili incrementi della suprficie all’interno della singola unità immobiliare;
- Restauro e risanamento conservativo, come definito dagli articoli 8 e 9 della L.R. 16/08 e s. m. e i., non comportanti modifiche esterne all’edificio;
- Opere interne.
- Mutamenti di destinazione d’uso senza opere edilizie di aree, di edifici e di unità immobiliari;
- Parcheggi interrati pertinenziali;
- Parcheggi a raso, anche non pertinenziali;
- Sistemazioni d’area.

L’attività edilizia oggetto della SCIA può essere iniziata dalla data della presentazione della stessa. Si segnala che la legge regionale 16/08 come modificata dalla L.R. 9/2012 prevede la possibilità per il richiedente di optare per il differimento dell’efficacia della SCIA (e coseguentemente con differimento della data di inizio dei lavori) al decorso del termine di 30 gg dalla data di presentazione. In tale caso si applicano le disposizioni previste ai commi 4 e 5 dell’art. 26 della stessa legge riguardanti la procedura prevista per la DIA.

Il termine a disposizione dell’Amministrazione per poter esercitare i poteri inibitori è di 30 giorni; il Comune nei casi di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti per la presentazione della SCIA, adotta i provvedimenti previsti dall’art. 30 dela L.R. 16/08 e s. m. e i.

Il proprietario dell’immobile o chi abbia titolo, , presenta agli uffici della ripartizione VII la segnalazione certificata di inizio attività corredata di:
- relazione dettagliata a firma di un progettista abilitato
- elaborati progettuali
- dichiarazione che asseveri la conformità delle opere da realizzare agli strumenti urbanistici approvati e non in contrasto con quelli adottati e ai regolamenti edilizi oltre al rispetto delle norme di sicurezza e igienico-sanitarie
- indicazione dell’impresa cui si intende affidare i lavori
- computo oneri concessori se dovuti - art. 38 L.R. 16/2008.

Nel caso di interventi in zona sottoposta a tutela paesaggistica ai sensi del D.Lgs 42/04 e s.m.i., l'istanza deve pervenire già corredata di autorizzazione paesaggistica o richiederla contestualmente.

La Segnalazione Certificata di Inizio Attività ha efficacia 3 anni, decorrenti dall’effettivo inizio dei lavori; la non realizzazione delle opere in questo periodo comporta la presentazione di nuova SCIA per i lavori non ultimati.

Entro 60 giorni dalla data fine dei lavori l’interessato deve comunicare la data di ultimazione trasmettendo al Comune entro lo stesso termine:
a) dichiarazione congiunta con la quale il committente, il direttore dei lavori e il costruttore certificano la conformità dei lavori eseguiti al progetto presentato, nonché la documentazione prescritta dalle norme di settore.
b) ricevuta di avvenuta presentazione delle variazione catastale ovvero dichiarazione che le opere non hanno comportato modifiche del classamento.

La mancata o incompleta presentazione della comunicazione di fine lavori entro il termine di 60 gg dall’ultimazione degli stessi, comporta l’applicazione di una sanzione amministrativa pecuniaria pari a € 1033,00.

L'esecuzione dei lavori soggetti a Segnalazione certificata di inizio Attività obbligatoria rientra nella norme in materia di sicurezza dei luoghi di lavoro (D. Lgs 81/08).

In via preliminare si consiglia di consultare la cartografia online disponibile su questo sito internet al fine di verificare la normativa Urbanistico - Edilizia operante sull'immobile interessato.
Vai alla Cartografia

Utili informazioni per i professionisti del settore

Chi contattare

Personale da contattare: Romeo Laura

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
possono iniziare dal momento dell'istanza (salva richiesta integrazione o sospensione nel termine di 30 gg), oppure 30 gg. se si opta per il differimento dell'efficacia della SCIA (art. 21 bis, comma 8 della L.R. n. 16/2008 e.s.m.e.i.)

Costi per l'utenza

DIRITTI DI SEGRETERIA_aggiornamento 2018.pdf  File con estensione pdf

Il PagoPa è raggiungibile: 

dal portale https://pagopa.comune.rapallo.ge.it/pagopa 

dalla homepage del sito istituzionale del Comune di Rapallo – sezione “Link utili” 

dal sito istituzionale del Comune di Rapallo – sezione “Servizi Online”. 

Cliccando sull’icona “PagoPa” si accede al servizio. Tramite portale, sono attivi i “pagamenti spontanei”, cioè i versamenti effettuati dall’utente spontaneamente senza documento emesso dall’Ente. L’utente accede al servizio, compila i campi previsti e procede al pagamento cliccando su “Paga Online” tramite carta di credito, carta prepagata o le modalità ivi indicate. L’utente, attraverso “Paga con bollettino” può stampare l’avviso di pagamento (contenente il codice IUV), ed effettuare il versamento in un momento successivo alla creazione dell’avviso tramite il sito online della propria banca, lottomatica/tabacchino, in posta, ecc. o attraverso il portale del Comune tramite l’icona “Paga un Avviso”.

Contributo di Costruzione

Modulistica per il procedimento

Riferimenti normativi

Art. 19 L.241/1990

L. 122/2010

D.L. 13/05/ n. 70

Art. 21 bis della L.R. 16/2008 e s.m.e.i.

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: 2022
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza delle Nazioni, 4 - 16035 Rapallo (GE)
PEC protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
Centralino 0185 680 1
P. IVA 00 209 910 991
Linee guida di design per i servizi web della PA