Tipologie di procedimento

Taglio Piante

Responsabile di procedimento: Stefano Lavoratori
Responsabile di provvedimento: Orgiu Rodolfo

Uffici responsabili

SUE - Tutela del Paesaggio

Descrizione

Negli ambiti soggetti a tutela paesaggistica gli abbattimenti di piante, così come le sistemazioni di spazi liberi, sono soggetti ad autorizzazione paesaggistica poiché modificano lo stato dei luoghi tutelati.

La relazione paesaggistica dovrà prendere in esame l’intera area d'intervento, estesa a tutte le pertinenze esterne.

La relazione deve sempre indicare:

- cartografia con individuazione puntuale della pianta;

- lo stato della pianta (fisiologico, patologico, di stabilità)

- l’impossibilità a mantenere la pianta, anche mediante interventi di manutenzione straordinaria (tirantaggi, modifica di manufatti e superfici interessate, potature)

- gli interventi di mitigazione e/o compensazione, estesi a tutta l’area di pertinenza.

Il documento dovrà essere redatto da professionista abilitato, rimandando gli aspetti vegetazionali a un tecnico specializzato quando lo stato di fatto comprende situazioni connesse allo stato fisiologico, patologico, di stabilità, mediante elaborazione di Perizia Fitostatica con il metodo V.T.A.

Per piante già morte è necessario indicarne la causa.

In caso di pericolo per cose e/o persone, all’interno della relazione paesaggistica deve essere indicato l’effettivo rischio, rimanendo facoltà del richiedente porre in atto tutti gli accorgimenti ritenuti necessari per la messa in sicurezza (interdizione dell’area, tirantaggi, riduzione della chioma) e fatta salva la necessità di ottenere in ogni caso l’autorizzazione paesaggistica per l’eventuale abbattimento e i conseguenti interventi di mitigazione e compensazione.
 

In via preliminare si consiglia di consultare la cartografia online disponibile su questo sito internet al fine di verificare la normativa Urbanistico - Edilizia operante sull'immobile interessato.
Vai alla Cartografia

Ultili informazioni per i professionisti del settore

Chi contattare

Personale da contattare: Stefano Lavoratori

Termine di conclusione

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
45 + 45 gg. con procedura ordinaria - 30 + 30 gg. con procedura semplificata

Costi per l'utenza

DIRITTI DI SEGRETERIA_aggiornamento 2018.pdf  File con estensione pdf

La domanda dovrà essere altresì corredata da n. 2 marche da bollo e dal pagamento dei diritti di segreteria che ammontano ad euro 34,00, allegate alla documentazione trasmessa via pec all'ufficio protocollo.

Si avvisa che tutti i pagamenti devono essere effettuati tramite sistema Pagopa.

Il PagoPa è raggiungibile: 

dal portale https://pagopa.comune.rapallo.ge.it/pagopa 

dalla homepage del sito istituzionale del Comune di Rapallo – sezione “Link utili” 

dal sito istituzionale del Comune di Rapallo – sezione “Servizi Online”. 

Cliccando sull’icona “PagoPa” si accede al servizio. Tramite portale, sono attivi i “pagamenti spontanei”, cioè i versamenti effettuati dall’utente spontaneamente senza documento emesso dall’Ente. L’utente accede al servizio, compila i campi previsti e procede al pagamento cliccando su “Paga Online” tramite carta di credito, carta prepagata o le modalità ivi indicate. L’utente, attraverso “Paga con bollettino” può stampare l’avviso di pagamento (contenente il codice IUV), ed effettuare il versamento in un momento successivo alla creazione dell’avviso tramite il sito online della propria banca, lottomatica/tabacchino, in posta, ecc. o attraverso il portale del Comune tramite l’icona “Paga un Avviso”.

Regolamenti per il procedimento

Riferimenti normativi

Servizio online

Tempi previsti per attivazione servizio online: servizio non disponibile
Facebook Twitter Linkedin
Recapiti e contatti
Piazza delle Nazioni, 4 - 16035 Rapallo (GE)
PEC protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
Centralino 0185 680 1
P. IVA 00 209 910 991
Linee guida di design per i servizi web della PA