Portale Trasparenza Città di Rapallo - Concessione Demaniale Marittima

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Concessione Demaniale Marittima

Responsabile di procedimento: Ottonello Giorgio
Responsabile di provvedimento: Ottonello Giorgio
Responsabile sostitutivo: Drovandi Anna Maria

Uffici responsabili

Demanio Marittimo

Descrizione

L’Amministrazione Comunale, in forza delle competenze attribuitegli, può rilasciare Concessione di beni demaniali, ai sensi dell’art. 36 del Codice della Navigazione, per occupazione ed uso di aree demaniali per una durata di 4 anni o 6 anni, fino a un massimo di 15 anni. Le Concessioni di durata superiore sono di competenza del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti; Nel caso di più domande di concessione, a seguito di procedura di evidenza pubblica della specifica istanza di concessione, viene preferito il richiedente che offra maggiori garanzie di proficua utilizzazione della concessione e si proponga di avvalersi di questa per un uso che risponda ad un più rilevante interesse pubblico (art. 37 del Codice della Navigazione, art. 18 del Regolamento per l’esecuzione del Codice della Navigazione);
 

Le istanze di concessione demaniale dovranno essere corredate della documentazione minima di seguito riportata:

Iistanza in bollo pari ad euro 14,62 contenente: - dati del richiedente comprensivi di codice fiscale e/o partita I.V.A.; - uso della concessione demaniale richiesta; - durata della concessione demaniale richiesta; Nei casi in cui la richiesta sia presentata da società/enti e/o associazioni, la domanda dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante, e dovrà essere corredata dall'atto costitutivo e statuto, nonché da idonea documentazione firmata da un tecnico abilitato atto a dimostrare il regolare possesso dei poteri di rappresentanza da parte del firmatario dell'istanza. L’istanza deve essere corredata dai sotto elencati allegati firmati da un tecnico abilitato: 1. Relazione tecnico-illustrativa contenente: a) la individuazione, descrizione e quantità delle superfici oggetto della richiesta di concessione demaniale marittima; b) la specificazione delle attività che si intendono esercitare; c) la descrizione della organizzazione complessiva dell'area oggetto di concessione e della tipologia delle opere da realizzare documentandone la loro facile o difficile rimozione, la qualità e la quantità dei servizi da assicurare. 2. Elaborati grafici costituiti in particolare da: a) localizzazione dell'area interessata su stralcio C.T.R. in scala 1:5000; b) stralcio del P.R.G. vigente; c) stralcio di mappa catastale (scala 1:1000/1:2000) recante il numero di foglio di mappa, particella con l'individuazione dell'area oggetto di richiesta di concessione; d) rilievo dello stato di fatto in scala adeguata (1:500/1:200/1:100) dell'area oggetto di intervento esteso ad una sufficiente area circostante in modo tale da consentire il corretto inquadramento; e) documentazione fotografica a colori con riprese da diversi punti di vista illustrante lo stato attuale dei luoghi; f) planimetria nella stessa scala del rilievo dello stato di fatto comprendente le previsioni di progetto e un’apposita legenda a margine con indicate: - la superficie complessiva dell’area richiesta in concessione; - la superficie scoperta - la superficie coperta con le diverse opere previste e la destinazione delle stesse; - l’area occupata da impianti di difficile rimozione - l’area occupata da impianti di facile rimozione - l’area occupata da pertinenze demaniali marittime - la superficie destinata a specifiche utilizzazioni (parchi giochi, piscine, gazebo, tende, zone destinate a verde etc..); g) piante sezioni e prospetti delle strutture che si intendono realizzare in scala 1:100/1:50; h) per le concessioni di natura diversa dalla turistico-ricreativa, la planimetria dovrà indicare gli eventuali volumi compresi entro la quota di +/- 2.70 dal piano di campagna; i) nell’ipotesi di istanze di concessioni demaniali marittime destinate al mantenimento di stabilimenti balneari, la planimetria dovrà riportare la posizione attuale della linea di battigia. La redazione della planimetria indicante l’area oggetto di richiesta dovrà essere eseguita sulla base di un rilievo geometrico poggiato su punti georiferiti (sistema GAUSS BOAGA) riscontrabili sul terreno ed individuati come capisaldi di riferimento.

 

Chi contattare

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Costi per l'utenza

Modulistica per il procedimento

Riferimenti normativi

Contenuto inserito il 09-01-2014 aggiornato al 09-01-2014
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza delle Nazioni, 4 - 16035 Rapallo (GE)
PEC protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
Centralino 0185 680 1
P. IVA 00 209 910 991
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it