Portale Trasparenza Città di Rapallo - Ufficio elaborazione e gestione contravvenzioni

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Articolazione degli uffici

Ufficio elaborazione e gestione contravvenzioni

Responsabile: Rovetta Eugenio
Struttura organizzativa di appartenenza: Servizio Viabilità e Sicurezza Urbana

L’ufficio elaborazione e gestione contravvenzioni ha la funzione di gestire tutte le violazioni in materia di circolazione stradale; presso l’ufficio è possibile chiedere notizie o presentare ricorso in merito alla sanzione e visionare le immagini rilevate con apparecchiature specifiche (es. varchi elettronici, photored, ecc.).

 

Ricorso al Prefetto

Avverso il verbale di infrazione al Codice della Strada che prevede una sanzione pecuniaria il destinatario può pagare la somma in misura ridotta oppure, in alternativa, presentare ricorso al Prefetto attraverso il Comando di Polizia Municipale oppure al Giudice di Pace.

Si può presentare ricorso al Prefetto entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione del verbale, ai sensi art. 201 C.d.S. Con il termine contestazione s’intende la notifica immediata, ovvero il trasgressore è stato fermato dall’agente P.M. su strada, è stato identificato ed è stato redatto immediatamente il verbale.
Se il verbale d’accertamento (c.d preavviso) è rinvenuto sul parabrezza del veicolo non si è ancora in presenza di atto perfezionato ed occorre attendere la notificazione nei confronti del proprietario.

Lo scritto difensivo può essere redatto in carta semplice e deve essere inviato tramite raccomandata a.r. al Prefetto di Genova tramite il Comando Polizia Municipale di Rapallo. (art. 203 C.d.S.)
Allo scritto si può allegare tutta la documentazione che il ricorrente ritenga utile per supportare le sue motivazioni (per es. copie permessi, copie certificati medici, dichiarazioni datore lavoro, copie documenti veicolo, ecc.). Occorre indicare chiaramente il numero e la data del verbale che s’intende impugnare. Se si ritiene necessario si può richiedere audizione personale al Prefetto.

Dal ricevimento del ricorso il Comando di Polizia Municipale ha 60 giorni di tempo per istruire il fascicolo e trasmetterlo in Prefettura.
La Prefettura ha a disposizione 120 giorni per emettere provvedimento d’ingiunzione di pagamento o d’archiviazione del verbale.
Il provvedimento di rigetto del ricorso ed ingiunzione di pagamento deve essere notificato entro 150 giorni dalla sua data di emissione.
Attenzione: se si era richiesta audizione personale i termini sopra indicati, subiscono un’interruzione che va dal momento di notifica della convocazione a quello dell’avvenuta audizione.

In caso di mancato accoglimento del ricorso il Prefetto ingiunge il pagamento della sanzione in misura doppia rispetto a quella indicata a verbale (c.d. minimo edittale). Le modalità di pagamento sono indicate sul provvedimento del Prefetto. In caso di mancato pagamento sarà avviata la procedura di riscossione coattiva prevista dalla legge.

Il provvedimento del Prefetto si può impugnare  entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento stesso presentando opposizione direttamente alla Cancelleria del Giudice di Pace o tramite raccomandata a.r.


 

Ricorso al Giudice di Pace (cliccare sul link per raggiungere la sezione dedicata ai ricorsi al Giudice di Pace)


 

 

Scritti difensivi

Per le violazioni amministrative diverse dal Codice della Strada, come quelle relative al Regolamento di Polizia Urbana, si parla di scritti difensivi, come disposto dall’art. 18, primo comma della legge 24 novembre 1981, n. 689: “Entro il termine di trenta giorni dalla data della contestazione o notificazione della violazione, gli interessati possono far pervenire all’autorità competente a ricevere il rapporto a norma dell’art. 17 della legge 24 novembre 1981, n. 689 scritti difensivi e documenti e possono chiedere di essere sentiti dalla medesima autorità” .

Lo scritto difensivo può essere redatto in carta semplice ed è proponibile alla sola Autorità competente a ricevere il rapporto (per il Regolamento di Polizia Urbana è il Sindaco del Comune di Rapallo) e non al giudice di pace. Può essere richiesta l’audizione personale.
Allo scritto si può allegare tutta la documentazione che il ricorrente ritenga utile per supportare le sue motivazioni. Occorre indicare chiaramente il numero e la data del verbale che s’intende impugnare.
 

Contatti

Telefono: 0185 680358
Fax: 0185 234109
Indirizzo: Piazza delle Nazioni, 4, Rapallo, Genova, 16035, Liguria, Italia

Come raggiungerci

Caricamento Google Maps.......attendere
Contenuto inserito il 09-01-2014 aggiornato al 09-01-2014
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Piazza delle Nazioni, 4 - 16035 Rapallo (GE)
PEC protocollo@pec.comune.rapallo.ge.it
Centralino 0185 680 1
P. IVA 00 209 910 991
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it